Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Search

A cura di Giuseppe Giraldi

Vuoi scrivermi? Invia una mail all'indirizzo: info@arinthanews.eu

LA CITTÀ DI RENDE PREMIATA COME "COMUNE RICICLONE" DAGLI OSCAR DI LEGAMBIENTE DEI COMUNI VIRTUOSI

Posted On Lunedì, 15 Febbraio 2021 17:48
Un importante risultato considerato che su 404 comuni calabresi solo 89 hanno superato il 65% di raccolta differenziata. 
È inutile ricordare che maggiore è la popolazione, superiore é l’impegno nel raggiungimento degli obiettivi. Rende è la prima città come densità di abitanti premiata. Si deve fare ancora tanto e migliorare il servizio, e lo faremo correggendo tutte le criticità che sono emerse. È ovvio che questo risultato si deve anche ai nostri concittadini che hanno compreso l'importanza della raccolta differenziata.

Questa la breve nota con la quale L'Assessore Ziccarelli ha informato i cittadini rendesi di questo importante risultato raggiunto, soprattutto in considerazione che nella classifica dei comuni RICICLONI, Rende è la città con la maggiore densità abitativa.

Molto apprezzabile anche l'umiltà con la quale Domenico Ziccarelli ammette che si deve fare ancora tanto per conseguire risultati migliori nel campo della raccolta differenziata. Io mi permetto di aggiungere che ancora di più rimane da fare per costruire una coscienza civica orientata al rispetto del dovere di contribuire a rendere migliore l'ambiente a partire dalle piccole abitudini che possono consentirci di lasciare ai nostri figli e nipoti un posto migliore in cui vivere.

Favorire lo sviluppo di una cittadinanza attiva e responsabile impedirà episodi come quello che mi è capitato oggi. Direte che si tratta di piccole cose, ma è da queste che possiamo misurare anche le grandi.

Stamane, quando sono uscito, l'umido era stato già ritirato dal mastello da me lasciato nella rastrelliera che come condominio abbiamo fatto costruire. Ho pensato di riprendere il mio mastello vuoto al ritorno da una commissione che mi avrebbe impegnato per non più di 15 minuti.

Quando poco dopo sono tornato, nel mio mastello ho trovato una busta con l'umido di qualche ritardatario che, visto che gli operatori della CALABRA MACERI erano già passati, ha pensato bene di lasciare a me. Ovviamente sono andato a buttare quel rifiuto di frazione umido alla PEZ di Viale dei Giardini, pensando all'individuo che si era sottratto al suo dovere e come fare per evitare che succedano queste cose o anche di peggio. Infatti molti incivili non usano nemmeno i mastelli e lasciano le buste vicino alle rastrelliere, creando disordine e sporcizia.

Ho pensato che non possiamo rassegnarci a questi comportamenti e spero tanto che si possa sanzionare con severità l'inciviltà di quei pochi barbari che meriterebbero davvero di vivere in una porcilaia.

Certo si può anche pensare che l'Ente preposto debba rendere impossibili comportamenti civili, ma di tali comportatemi i colpevoli dovrebbero rendere conto in prima persona.

Giuseppe Giraldi

Powered by Calce


A cura di Giuseppe Giraldi
Copyright 2019 - Tutti i diritti riservati
Codice Fiscale: GRLGPP52C03H235L

L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo