Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Search

A cura di Giuseppe Giraldi

Vuoi scrivermi? Invia una mail all'indirizzo: info@arinthanews.eu

RENDE. PATTI DI COLLABORAZIONE: L'ASSESSORA AI BENI COMUNI, LISA SORRENTINO, INCONTRA IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PALMI

Posted On Sabato, 13 Febbraio 2021 17:15
Simona De Maria e Lisa Sorrentino Simona De Maria e Lisa Sorrentino
Connettere le esperienze locali condividendo saperi e pratiche: se ne è discusso a Rende lo scorso giovedì durante l’incontro on line organizzato dall’assessora ai beni comuni Lisa Sorrentino con il Presidente del Consiglio Comunale di Palmi Salvatore Celi sui patti di collaborazione. 
“Sperimentare nuove forme di autogoverno per costruire città accoglienti in cui i cittadini posano essere i protagonisti: l’esperienza della città reggina pensiamo sia modello virtuoso da seguire”, ha spiegato l’assessora.
All’incontro hanno partecipato l’assessora alla cultura Marta Petrusewicz e alcuni rappresentanti dell’Assemblea Beni comuni Rende e dell’Associazione i quartieri 2.0 Saporito Surdo Difesa Linze.  La città di Palmi ha adottato il Regolamento per l'amministrazione condivisa dei beni comuni urbani nel 2017 e ha puntato sull'applicazione del principio costituzionale della sussidiarieà orizzontale anche tramite l’uso della piattaforma online "Palmi Condivisa, strumento con cui la città ha deciso di “promuovere con trasparenza e in maniera aperta tutte le azioni di collaborazione e co-gestione degli spazi fisici” e di “realizzare la città collettiva verso principi di sostenibilità sociale, ambientale, economica, con azioni di nuova resilienza e conoscenza aperta”, come si legge sulla piattaforma (www.palmicondivisa.com).
Numerose le domande rivolte a Salvatore Celi sugli oltre 100 interventi realizzati a Palmi attraverso i patti di collaborazione, espressione di un negozio giuridico atipico che stringe nuove relazioni tra istituzioni, diritti e persone. 
“I beni comuni -prosegue Sorrentino- sono una risorsa della comunità, un capitale che può contribuire ad arricchire un territorio. Migliorare la “fruibilità” dei beni comuni attraverso l’uso e la cura va ad incidere positivamente sulla qualità della vita nella città”. 
“In questo progetto il riuso di buone pratiche è fondamentale e l’esempio di Palmi, per affinità geografiche e culturali è di grande aiuto “ ha sottolineato l’assessora.  
“Da Palmi a Rende e da Rende a Cosenza -l’idea del Presidente Celi -è quella di crescere anche creando una rete di realtà e amministrazioni in Calabria che vadano a  confrontarsi su questi temi”. 
“Sfatare la convinzione che la nostra sia una regione fatta di mafie e arretratezze culturali: le buone pratiche esistono anche a queste latitudini e vanno sostenute e valorizzate soprattutto nei territori più a rischio”, ha concluso Sorrentino.

Powered by Calce


A cura di Giuseppe Giraldi
Copyright 2019 - Tutti i diritti riservati
Codice Fiscale: GRLGPP52C03H235L

L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo