Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Search

A cura di Giuseppe Giraldi

Vuoi scrivermi? Invia una mail all'indirizzo: info@arinthanews.eu

Greta Thunberg: EROINA DI QUESTO SECOLO?

Posted On Sabato, 28 Settembre 2019 08:36

di Luigi Salvatore Falco

Greta Thunberg è una giovane attivista svedese, nata nel 2003, che sta scuotendo la sensibilità ambientale dei teenager di tutto il mondo con strenua determinazione e discorsi infuocati dinnanzi politici e importanti figure di influenza internazionale. 

Giusto lo scorso 24 settembre ha tenuto un discorso nientepopodimeno che davanti le Nazioni Unite.

Numerose sono state le lodi alla giovanissima ambientalista capace di smuovere le acque su un tema molto delicato ma allo stesso tempo molto trascurato.

C’è da dire, però, che dinanzi sulle “luci della ribalta” alle lodi seguono spesso (forse sempre!) le critiche.

Da Ultima, è bene richiamare le dichiarazioni del filosofo Massimo Cacciari che afferma “non è dicendo ‘mi avete rubato i sogni’ che si affrontano i problemi” ed ancora “se continuiamo ad affrontare i problemi alla Greta siamo fritti”.

Critico anche Roberto Calderoli il quale afferma che Greta non gli è molto “simpatica”.

Al di là delle critiche, resta il dato: Greta ha saputo smuovere, oltre che la politica, anche tutti gli studenti del globo che in questi giorni hanno manifestato a tutela dell’ambiente.

A seguito delle manifestazioni le critiche, anche, verso gli studenti in rivolta non sono mancate.

Infatti, molti hanno definito le manifestazioni solo una scusa per marinare la scuola. Altri, invece, anche nella nostra città, hanno affermato o scritto che i giovani cosentini dovrebbero tenere pulite le piazze dai rifiuti di un noto fast-food anziché manifestare.

In ogni caso, il mondo ha preso coscienza dell’esistenza di un grave problema e dell’impossibilità di trascurarlo ancora.

Bene.. bene perché il primo passo per risolvere un problema è capire di averlo e parlarne e, nonostante tutto, questo è merito - anche - di Greta.

Powered by Calce


A cura di Giuseppe Giraldi
Copyright 2019 - Tutti i diritti riservati
Codice Fiscale: GRLGPP52C03H235L

L'autore del sito non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo